Ovada

Alto Monferrato

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Ovada

Piazza Assunta by night, foto sferica

E-mail Stampa PDF
L'affascinante Piazza Assunta nel centro storico di Ovada ripresa di notte, un posto da vivere.
 
 

Piazza Cereseto Foto Sferica

E-mail Stampa PDF
Foto sferica di Piazza Cereseto ad Ovada di notte, un tocco di romanticismo.
 
 

Foto sferiche di Carpeneto

E-mail Stampa PDF
Alcune foto sferiche collegate tra loro del bellissimo centro di Carpeneto, un posto da visitare:
 
 

Foto sferica Via Galliera

E-mail Stampa PDF
Foto Sferica di Via Duchessa di Galliera, Ovada 8-3-2014:

 
 

Soppressione treni linea Acqui Terme - Genova

E-mail Stampa PDF

IMPORTANTI COMUNICAZIONI SUL GRAVE PROBLEMA DELLA SOPRESSIONE DI TRENI SULLA LINEA ACQUI-GENOVA

20 Ottobre 2013
Visto il momento particolarmente delicato dove anche un Euro ha la sua importanza per salvare un treno, comunico ciò che la Regione Piemonte ci ha risposto su quanto scritto prima a proposito di cifre in gioco:

Attenti solo ad una cosa: di ciò che noi (Regione Piemonte) riorganizziamo loro (Regione Liguria) devono coprire solo i Savona/Ventimiglia ed 1 coppia su Taggia. La fermata di Ronco e' stata rimessa. Il loro impegno non supera i 4mln o poco più.

Alfio Zorzan - Associazione Pendolari dell'Acquese


19 Ottobre 2013
Dai tanti interventi via mail alla casella di posta della nostra Associazione e tramite Facebook, la maggioranza degli interventi dice, come abbiamo sempre pensato anche noi, che non è corretto dare nessun suggerimento sui treni da tagliare poiché in un modo o nell'altro si andrebbe a proporre una situazione che nuocerebbe a qualcuno. Non esistono sulla nostra linea treni che viaggiano completamente vuoti da poter pensare che togliendoli non si provochi danno a qualcuno.

Detto questo pensiamo di agire così:

Chiediamo alla Regione Liguria di sospendere immediatamente questo folle progetto di cancellare 4 coppie di treni sulla linea Acqui-Genova
Contemporaneamente chiediamo un urgente tavolo di lavoro composto da Regione Liguria, Regione Piemonte,Trenitalia, Province di Genova e Alessandria e Amministrazioni comunali interessate alla linea per vedere se nelle ore di "morbida" ATP potrà, rimodulando gli orari, sopperire
Già a questa prima riunione, che si dovrà tenere entro la settimana dal 21 al 25 ottobre, Trenitalia e ATP dovranno presentare un progetto orario integrato, che tutti insieme dovremo condividere
Sicuramente le fasce pendolari di lavoratori e studenti via ferrovia non dovranno essere toccate
Tanti ci hanno chiesto le cifre in gioco per avere un'idea e ci sembra giusto comunicarli:

La linea ferroviaria Acqui-Genova ha un costo per la Regione Liguria (di completa sua competenza) di circa € 12 milioni/anno
Il taglio treni sulle linee di competenza della Regione Piemonte in territorio ligure (Torino-Savona-Ventimiglia e Cuneo-Ventimiglia-Arma di Taggia) ha un valore di circa € 6 milioni/anno
Il taglio dei 4 treni proposti sulla nostra linea ha un valore di circa € 3 milioni/anno
Per dovere di cronaca bisogna anche dire che i 6 milioni di Euro che il Piemonte taglia sulle linee liguri erano stati concordati ad aprile in una riunione tra i Presidenti delle due Regioni Cota e Burlando. La Regione Piemonte utilizzerà questi 6 milioni per operare un cadenzamento orario della Torino-Genova, il riordino degli orari nei nodi di interscambio da Asti e Alessandria verso Acqui e la creazione della SFM6 da Asti a Torino Stura, struttura d'orario che abbiamo analizzato e approvato e ne parleremo con più dettagli solo verso i nostri soci direttamente interessati a questa direttrice.

Queste saranno le nostre proposte alla Regione Liguria, chiediamo la massima collaborazione alle istituzioni per giungere ad una soluzione sostenibile da tutti, quella che ci ha proposto la regione Liguria la consideriamo pura follia improponibile, da economia di guerra, è ora di dire basta a provocare danni morali e esistenziali a migliaia di persone, non solo della linea Acqui-Genova.

Alfio Zorzan - Associazione Pendolari dell'Acquese


18 Ottobre 2013
L'Assessore ai trasporti della Regione Liguria Vesco ci ha appena confermato il programma presentato ieri in sede di riunione, ovvero la soppressione di 4 coppie di treni sulla linea Acqui Terme –Genova.
Purtroppo la Regione Liguria non ha risorse economiche sufficiente a garantire tutti i treni, quindi o troviamo una soluzione meno gravosa o verranno tagliati i treni che ci hanno detto in sede di riunione.
Noi abbiamo ribadito che l'accorpare il Treno 11396 in partenza da Genova Br. per Acqui alle ore 17.04 e il treno 6166 delle 17,36 non è accettabile visto l'elevato numero di pendolari che viaggiano sui 2 treni, a questo punto l'Assessore Vesco ci ha chiesto di trovare un'alternativa.
Da un'attenta analisi avremmo individuato il treno r. 6158 da Genova Sampierdarena delle ore 12.28.
Qualora non si trovasse soluzione alternativa verrà applicato il programma deciso dalla Regione Liguria.
Ti chiedo quindi di darci suggerimenti (evitando inutili polemiche che in questo momento non porterebbero a niente) entro e non oltre domenica 20 ottobre ore 12,00.
Gavazza Sheila Sonia


17 Ottobre 2013
La riunione di questo pomeriggio in cui l'argomento era la ancora probabile riduzione servizi sulla linea Genova-Acqui è stata molto tesa e la consideriamo una pura follia essere arrivati a questo punto per un puro problema di rapporti e collaborazione tra regioni confinanti, il sentire certi discorsi sembra essere tornati ai tempi del feudalesimo.

In attesa di preparare una relazione dettagliata in cui verrà inserito anche quanto si discuterà domani venerdì 18 ottobre a Torino in Regione Piemonte, comunico la peggiore delle ipotesi che ci è stata prospettata dall'Assessore Vesco insieme a Trenitalia. Ci sono ancora piccolissime speranze di ridurre del 50% questi tagli passando dalle 4 coppie alle 2 soppresse, noi lo auspichiamo vivamente. Ecco quello che ci hanno comunicato dei treni che verranno soppressi dal prossimo 14 dicembre:

Treno 6152 in partenza da Genova Br. per Acqui alle ore 07.06 oppure Treno 6154 in partenza da Genova Br. per Acqui alle ore 08.57
Treno 6156 in partenza da Genova P.P. per Acqui alle ore 10.21
Treno 11396 in partenza da Genova Br. per Acqui alle ore 17.04 (in questo caso verrà anticipata la partenza del treno 6166 dalle 17,36 alle 17.10 circa da Brignole e farà le fermate)
Treno 6172 in partenza da Genova Br. per Acqui alle ore 20.36
Treno 6159 in partenza da Acqui per Genova P.P. alle ore 08.54
Treno 6161 in partenza da Acqui per Genova Samp. alle ore 10.27 oppure Treno 6163 in partenza da Acqui per Genova Br. alle ore 12.15
Treno 6167 in partenza da Acqui per Genova Br. alle ore 14.14
Treno 6175 in partenza da Acqui per Genova Br. alle ore 20.49
In questo di pacchetto di riduzioni del servizio per compensare la cancellazione dei servizi da parte della Regione Piemonte in territorio ligure per un valore complessivo di più di 5 milioni di Euro verranno soppresse 2 coppie di treni (4 corse totali) tra Genova e Busalla.

Consideriamo improponibile questo "programma di guerra" che ci hanno prospettato e insieme alle amministrazioni comunali presenti (Acqui, Ovada, Rossiglione e Campoligure) e ai consiglieri regionali di maggioranza e opposizione presenti si è aperto un acceso dibattito che non ha portato ai risultati desiderati, la Regione Liguria è ferma su questi punti soffocata dai problemi di bilancio nel capitolo trasporti.

L'Assessore Vesco ha inoltre ribadito che fino a quando ci sarà questa giunta non opererà i rimborsi con bonus come ha fatto la Regione Piemonte e altre criticando questo sistema che se lo dovesse operare sarebbe costretto ad aumentare le tariffe e tagliare ulteriori servizi, cose che il pendolare non vuole sicuramente ma che comunque, rimborsi o no, saremo costretti a subire. E con questo si chiude definitivamente e in modo ufficiale (per ora) il capitolo rimborsi chiesto a gennaio dell'anno in corso dopo le gelate del dicembre 2012.

Il problema dei ritardi registrati questa sera dei treni 11396 e 6166 era causata da un furto di rame da parte di ignoti nei pressi del quadrivio Torbella a Rivarolo che ha provocato il blocco delle segnalazioni di sicurezza.

Vi terremo informati sull'evoluzione, saluti

Alfio Zorzan - Associazione Pendolari dell'Acquese
________________________________________________________________________________________

16 Ottobre 2013
Per capire meglio cosa sta succedendo tra le due Regioni in oggetto in questa "guerra tra poveri" dove a rimetterci sono esclusivamente i cittadini di entrambe le regioni, saremo presenti ad una riunione dedicata in Regione Liguria giovedì pomeriggio 17 ottobre dove l'Assessore Vesco ci spiegherà le proprie ragioni e come intende intervenire nei tagli annunciati. A questa riunione parteciperanno anche le amministrazioni comunali interessate alla linea.

Subito dopo venerdì mattina 18 ottobre saremo in Regione Piemonte. La Regione Piemonte ci ha convocato per presentarci il nuovo Servizio Ferroviario Metropolitano SFM6 Torino Stura - Asti insieme al nuovo cadenzamento dei treni della linea Torino-Genova e le nuove corrispondenze ad Asti e Alessandria verso Acqui previste col prossimo cambio di orario. Sarà l'occasione per discutere della situazione che si è venuta a creare tra Piemonte e Liguria e capire se ci saranno margini di contrattazione anche se crediamo che, purtroppo, a questo punto i giochi sono già stati fatti.

Sicuramente porteremo avanti la nostra idea che stiamo pensando insieme alla altre Associazioni/Comitati pendolari nazionali che hanno problemi simili ai nostri di tratte sovraregionali che ad ogni cambio di orario vedono perdere "pezzi" di servizio tra regioni confinanti chiedendo che l'autority della gestione delle tratte sovraregionali torni di competenza nazionale evitando così anno dopo anno questa costante emorragia di servizi preziosi per noi pendolari e se sarà il caso ci rivolgeremo direttamente al Ministro dei Trasporti. Insieme al Forum sul TPL ligure e al Coordinamento Pendolari Piemonte ci attiveremo presto per affrontare di petto questa problematica che sta diventando sempre più prioritario.

Per dovere di cronaca si segnala che i problemi non sono solo tra Piemonte e Liguria, ma ci sono anche tra Emilia Romagna e Piemonte, tra Veneto e Lombardia, tra Puglia e Campania e tanti altri, questo "federalismo" regionale sul TPL è risutato fallimentare su ogni fronte, soprattutto quello dei trasporti, e noi "pendolari sovraregionali" ne stiamo pagando, e ne pagheremo, forse le conseguenze maggiori.

Invito a leggere sul nostro sito www.pendolari-acqui.it in RASSEGNA STAMPA (nel menù a sinistra) gli articoli dei quotidiani che parlano dei nostri problemi.

Appena possibile, a valle di entrambi gli incontri nelle due Regioni, prepareremo come di consueto una relazione per tenervi informati su quanto discusso.

Saluti

Alfio Zorzan - Associazione Pendolari dell'Acquese
 

Ottimi Risultati per la Società ovadese Hontai Yoshin Ryu JU-JUTSU Ovada Academy

E-mail Stampa PDF
Domenica 7 aprile 2013 presso il Palazzetto dello Sport  Gau di Genova Prato si è tenuto il primo trofeo interregionale 2013 Fijlkam di Ju-Jutsu.

La gara ha visto la partecipazione di numerose società,220 atleti che si sono confrontati in varie  specialità.

La competizione e stata caratterizzata da un alto livello tecnico con la presenza di molti campioni italiani ed ha visto l'adesione di atleti provenienti da molte regioni italiane isole comprese.
La società ovadese Hontai Yoshin Ryu Ovada Academy (che si allena presso la palestra Body Tech) si è comportata in modo egregio arrivando a conquistare il secondo posto di società  dietro all'Unione Sportiva Sestri Ponente e davanti di molto ad Arashi Tortona.

La prestazione della società ovadese è  partita a vele  spiegate già dal mattino. Tutti i podi della specialità Kata Hontai Yoshin Ryu sono andati agli atleti ovadesi  nonostante una folta partecipazione. 

Gara Kata Ragazzi

1° Montobbio Giulia - Hontai Yoshin Ryu Ovada Academy

2° Oddone Lorenzo - Hontai Yoshin Ryu Ovada Academy

3° Cesaro Leonardo - Hontai Yoshin Ryu Ovada Academy

4° Rivanera Leonardo - Hontai Yoshin Ryu Ovada Academy

 


Gara Kata da Esordienti a Master


1° Cazzulo Carlo - Hontai Yoshin Ryu Ovada Academy

2° Milan Egle - Hontai Yoshin Ryu Ovada Academy

3° Focacci Mattia - Hontai Yoshin Ryu Ovada Academy

3° Vignolo Marialinda - Hontai Yoshin Ryu Ovada Academy
kata grandi
 

 Nel  Fighting System ottima prova di Carlo Cazzulo e un buon secondo posto di Maria Linda Vignolo .

Nel pomeriggio i più piccoli atleti della società hanno mietuto podi nella specialità di Fighting System.


Bambini fino 18 kg.

2° Mozzi Leonardo
bambini 18kg
 

Bambine fino 18 kg.

1° Pardo Doria Francesca
bambine 18kg
 

Bambine fino 22 kg.

5° Rivanera Ludovica

 

Bambini fino 26 kg.

3° Perasso Emanuele

 

 

Fanciulle fino 22 kg.

2° Gacillucci Martina

3° Mozzi Alice

 fanciulle 22kg

Fanciulli fino 21 kg.

2° Trocino Giacomo

 fanciulli 21kg

Fanciulli fino 24 kg.

4° Sciutto Mattia

5° Sobbreo Giacomo

5° Oddone Marcello

 

Fanciulle fino 32 kg.

3° Sifuentes Doria Giadira
fanciulle 32kg
 

Fanciulli fino 34 kg.

1° Oddone Lorenzo

 fanciulli 34kg

Ragazzi fino 30 kg.

2° Rivanera Leonardo

3°Gasti Pietro

 

Ragazzi fino 34 kg.

4° Carrea Pietro

 

Ragazzi fino 38 kg.

3° Alverino Stefano

 ragazzi 38kg

Ragazze fino 36 kg.

2° Repetto Giuliana

3° Montobbio Giulia

 ragazze 36kg

Ragazze fino 44 kg.

2° Bavazzano Elena

 ragazze 44kg

Esordienti Maschili fino 45 kg.

4° Parodi Vittorio

 

Esordienti Femminile fino 48 kg.

1° Milan Egle
esordienti 48kg 
 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »


JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL

Automatic Translator

Aggiungi a

Vi consigliamo:

Vi consigliamo:
L'Hotellerie di Ovada
L’Hotellerie di Ovada offre una sistemazione confortevole in camere ampie e luminose in una struttura nuova inaugurata nel 2006.
Architettando
Architettando Proposte d'arredo
Ferrando Casa
Ferrando Casa
Architetture d'interni. Mobili di qualità, vasta esposizione
Mobilificio Gandino Arredamenti
Mobilificio Gandino Arredamenti
Specializzato in vendita e montaggio di precisione di CUCINE e CAMERE, si dispone di reparto FALEGNAMERIA (Dall'antica tradizione Ovadese).



Questo sito offre dei servizi ma non riceve alcun finanziamento. Sostieni con una donazione Ovada.it


La donazione servirà a coprire le spese di gestione e migliorare i servizi.

Toolbar gratuita di Ovada.it Per essere sempre informati su notizie, appuntamenti, opprtunità.

Banner

La toolbar non contine nè virus ne spyware.